Pratiche-edilizie-milano

Pratiche edilizie Milano

Pratiche edilizie Milano e Provincia

Studio architettura Lacasapensata

 

È importante sapere quali permessi e quali pratiche edilizie sono richieste dal comune di Milano quando si esegue qualsiasi tipo di intervento, purtroppo però non è sempre facile avere un quadro della situazione se non ci si reca personalmente all’ufficio tecnico nel giorno di ricevimento al pubblico. Anche in questo caso poi i regolamenti e le definizioni a cui i tecnici fanno riferimento non sono sempre così comprensibili ai non addetti ai lavori.

Lo studio offre un servizio di assistenza online per quanto riguarda le pratiche edilizie Milano per lavori di manutenzione straordinaria, ristrutturazione o progettazione ex novo di immobili nel comune di Milano e provincia.

Le pratiche edilizie più utilizzate a Milano

Le pratiche edilizie a Milano non sono tutte uguali, ma cambiano a seconda del tipo di intervento che si vuole eseguire; di seguito una breve panoramica delle principali:

  • Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata (CILA o CIAL): Si tratta della più comune tra le pratiche edilizie, prevista nei casi comuni di ristrutturazione di un appartamento sempre che non si intervenga sugli elementi strutturali dell’edificio quali pilastri, travi, solai e muri portanti.
    Quando utilizzare la CILA: esempi di applicazione.
    CILA per sanatoria opere abusive
  • Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA): Con la SCIA il tecnico incaricato segnala un intervento di entità maggiore rispetto a quello comunicato con la CIAL.
    Utilizzando la SCIA è possibile infatti modificare la struttura dell’edificio ma è necessario nominare un Direttore Lavori e presentare una relazione strutturale che giustifichi l’intervento.
    Quando utilizzare la SCIA: esempi di applicazione
  • Relazione paesaggistica: Richiesta quando l’intervento modifica l’aspetto esteriore in determinati ambiti urbani, come i nuclei storici di antica formazione.
  • Il Permesso di Costruire (PDC). Il PDC riguarda principalmente gli interventi edilizi maggiori, quindi le nuove costruzioni, gli ampliamenti, recupero di sottetti ecc.., ossia interventi che vanno a modficare la SLP (Superficie Lorda di Pavimento). A parte gli oneri previsti per ogni metro di SLP prevede un tramite differente rispetto alle pratiche edilizie precedenti.
  • Aggiornamento catastale (DOCFA). In presenza di cambi sostanziali della distribuzione è necessario presentare una comunicazione all’ufficio competente, allegando la nuova pianta e variando in caso il valore dell rendita.

Facciamo un pò di chiarezza tra le pratiche edilizie:

 

Vuoi sapere che cos’è la CILA  e quando si deve usare? Leggi qui

 

Vuoi sapere che cos’è la SCIA  e quando si deve usare?
Leggi qui

 

 E alla fine…l ‘aggiornamento catastale , chi può farlo e come si compila.

 

 

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *